GPS e video: uno standard per geo-localizzare i video? [it]

[fr] Avec la démocratisation des ricevitori GPS et de la photographie numérique la géolocalisation des photos est en plain développement. Dans le mode des photos le standard Exif permet un accès facile à ces informations, mais por la vidéo il manque un standard!

Con la democratizzazione dei ricevitori GPS e della fotografia digitale si sta diffondendo la tecnica della geo-localizzazione delle fotografie. Nel modo della fotografia lo standard Exif permette di accedere a queste informazioni facilmente, ma nel modo dei video manca uno standard!

I video sono molto più difficili da geo-localizzare che le foto, una foto è presa in un istante molto corto in un luogo molto preciso che può essere modellizzato facilmente con un punto. Mentre un video dura spesso almeno alcuni minuti e che può “spostarsi” durante questo tempo per cui non può essere modelizzato precisamente con un solo punto, ci vuole una linea o una serie di punti nello spazio e nel tempo.

Qualche possibilità:

  • 1 solo punto: come per le fotografie, è ciò che fanno la maggioranza degli smartphone.
  • Sincronizzazione GPX: il GPS registra in un file una serie di posizioni in contemporanea con il video usando il formato GPX.
  • Formato nativo: Contour GPS è una camera video da fissare ad un casco che registra nel file video MOV anche un segnale GPS nel formato NMEA.

Dunque le possibilità esistono e sono già almeno parzialmente usate, ma bisogna riuscire a standarizzare il modo con cui i dati sono registrati se non si vole rischiare un grosso problema d’interoperabilità

[fonte]

CC BY-NC-SA 4.0 <span lang='it'>GPS e video: uno standard per geo-localizzare i video? <span class='bb-lang'>[it]</span></span> by Luca Palli is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Comments

No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.